Entra nel gruppo facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Come Preparare le Frittelle con Cime di Rapa: Ricetta Vegetariana

martedì 16 febbraio 2016 Aggiornato il:



Le frittelle a qualunque gusto le facciate sono la risposta giusta alla domanda: “mamma e per secondo cosa c’è?” se in quell’istante ti rendi conto che come secondo piatto non avevi programmato niente e nel frigo non c’è  un vasto assortimento di prodotti, allora  vi conviene confidate nelle frittelle.
Cucinare frittelle è semplicissimo, in questa ricetta spiegheremo come preparare frittelle con cime di rapa. Provate anche voi a realizzare delle deliziose zeppoline da mangiare calde con un po’ di sale: sono un piatto senza carne e quindi adatto ad una dieta vegetariana, ma per la presenza delle uova ovviamente non sono indicate a chi segue una dieta vegana.

ricetta delle frittelle alle cime di rapa



Frittelle alle cime di rapa, ingredienti per 6 persone: 800 g di cima di rapa - 150 g di farina - 3 uova - olio per friggere - sale e pepe a piacere.

Materiali utilizzati: terrina - mestolo forato

Come preparare frittelle con cime di rape

Preparare le frittelle è sempre una festa per tutti, se poi sono con cime di rape la bontà aumenta ancor di più. Ecco come si fanno…
Battete in una terrina le uova con il sale, unite la farina e incorporatela bene. Mescolate il composto per ottenere una pastella non troppo liquida: se il preparato risulta troppo denso aggiungete un po’ d’acqua. Coprite la terrina e lasciate riposare per almeno un’ora.

Nel frattempo mondate la cima di rapa, lavatela e dividetela in cimette, scolatele e asciugatele con cura, poi mescolatele alla pastella. Versate il composto a cucchiaiate nell’olio bollente e fate dorare. Scolate le frittelle col mestolo forato, deponetele su carta da cucina assorbente e servitele caldissime dopo averle spruzzate di sale, e pepe se gradite.
Leggi anche: Come preparare le cipolle ripiene
Stagione ideale: perfetto quando le rape sono nel loro splendore ossia  settembre e maggio.

Conservazione: le zeppoline fritte si possono conservare anche per il giorno dopo senza metterle in frigo ma sicuramente meglio se mangiate tiepide appena cotte, quando sono ancora belle croccanti e profumate.

Il consiglio in più: portate in tavola tante zeppoline con un bel contorno di insalata, ravanelli e cetrioli.

Qualche notizia in più sulle frittelle salate con rape: per gli amanti del fritto che non unge, queste frittelle sono l’ideale: essendo la verdura molto umida, respinge l’entrata dell’olio visto l’idrorepellenza dei due (olio/acqua) quindi restano leggere.