Entra nel gruppo facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Meglio Smettere di Fumare Subito o Gradualmente per Dire Basta alle Sigarette per Sempre?
A quanto pare smettere di colpo col tabacco è il metodo più efficace, come dimostra uno studio dell'Università di Oxford

martedì 28 giugno 2016 Aggiornato il:



È meglio smettere di fumare di colpo, dando fondo a tutta la propria forza di volontà e "soffrendo intensamente" per qualche giorno, forse anche qualche settimana, piuttosto che ridurre gradualmente le sigarette: questo è quanto dimostra uno studio effettuato dalla prestigiosa Università di Oxford e pubblicato su Annals of Internals Medicine il 14 marzo 2016 (qui lo studio completo). L'interruzione immediata e totale darebbe il 25% in più di successo nella lotta al vizio del fumo rispetto alla diminuzione progressiva delle sigarette fumate durante il giorno.

Lo studio del'università britannica sul miglior metodo per smettere di fumare ha coinvolto ben 697 fumatori, che avevano un termine di due settimane per chiudere con le sigarette, misurato a partire dal giorno dell'incontro con un membro del team di ricerca. L'effettiva interruzione è stata misurata con analisi chimica del fiato. Il 50% di questi ha scelto di smettere di fumare gradualmente, un terzo ha preferito provare col "metodo della forza di volontà" e quindi di colpo. Il restante terzo è stato inserito in uno dei due altri gruppi senza considerare le preferenze espresse.

meglio smettere di fumare gradualmente o subito?Il gruppo del metodo graduale ha ridotto del 75% il consumo di sigarette nelle prime due settimane, supportato però con l'uso di prodotti sostitutivi della sigaretta contenenti nicotina (cerotti, gomme da masticare, spray, pastiglie, inalatori), dovendo poi chiudere del tutto a partire appunto dal termine previsto; chi invece doveva smettere di colpo, nelle due settimane precedenti il giorno dell'interruzione poteva continuare con le sigarette come sempre e poi, dal giorno previsto per lo stop, avrebbe avuto solamente i cerotti alla nicotina da 21 mg per 24 ore perchè alcune prove suggeriscono che questo prodotto possa aumentare la probabilità di successo.

Quattro settimane dopo, il 40% del gruppo del metodo graduale continuava a non fumare, mentre nel gruppo dell'interruzione totale e immediata la percentuale era del 49%. Sei mesi dopo, il 15% di chi aveva smesso di fumare in modo graduale ed il 22% di chi aveva smesso bruscamente aveva chiuso effettivamente con le sigarette.